The news is by your side.

La cura per la crisi parte da Frosinone; medici e pazienti insieme con il Progetto sociale “Pimos”

40

frosinone-pimos-2Frosinone.  Una nuova forma di sanità sociale, che vede protagonisti i Medici che vanno incontro ai pazienti per rendere le cure accessibili a tutti. Questo il tema di un evento importantissimo che ha visto protagonista Frosinone ed il Lazio, accogliere rappresentanze di varie regioni italiane e di alte istituzioni civili e sindacali. Si è svolto nella giornata di ieri presso la  Sala Conferenze del Palazzo della Provincia di Frosinone in piazza Gramsci, l’interessante convegno sul terma: “La crisi economica del terzo millenio – Soluzioni e proposte in ambito medico e odontoiatrico”, promosso dal dott. Giacomo Capaldi Gagliardi (Segretario Ugl Medici di Frosinone). L’evento ha fatto riscontrare una partecipazione massiccia con una sala gremita di partecipanti. Ma la cosa importante è stata una naturale sinergia che ha unito istituzioni civili, organizzazioni sindacali, professionalità mediche e pazienti. Nella logica di questo comune unico denominatore il dott. Filippo Fordellone, segretario Nazionale Ugl Medici ha presentato la sua formula per mettere insieme una serie di elementi volti a fronteggiare la crisi economica e andare incontro alle esigenze dei pazienti, assicurando cure efficaci per tutti con particolare attenzione a quanti sono in difficoltà economiche. Nel contempo Fordellone con Pimos (Progetto Italiano Medico Odontoiatrico Sociale) ha messo a punto una serie di elementi che mirano ad esaltare ed accrescere le professionalità del settore medico odontoiatrico con sinergia ed interconnessione con i pazienti. L’iniziativa che già aleggia da tempo ha riscontrato una crescente attenzione su tutto il territorio nazionale, tanto che all’evento erano presenti rappresentanze dirette da molte regioni italiane coinvolte già nella fase attuativa. “Il progetto Pimos – ha spiegato il dott. Fordellone nel suo intervento prettamente tecnico – è un metodo che coinvolge la nostra categoria che ha il dovere di analizzare gli aspetti critici della sanità, ma anche quella di dover interagire con proposte concrete. Il progetto è strutturato in maniera sinergica, mirando ad assicurare cure accessibili a tutti, specialmente a quanti non hanno le possibilità economiche. Nel contempo la nostra rete di azione, assicura formazione, interattività e collaborazione con le migliori professionalità d’esperienza del nostro settore, con attenzione anche verso i giovani. Non a caso i nostri partners iniziali sono le Università, ed altre strutture che sono unite dall’obiettivo di mettere in atto questo progetto”.  Cosicchè Pimos, durante questo primo evento, ha incassato il placet di una serie di professionisti medici che hanno aderito formalmente al progetto medico-sociale, ma anche un forte apprezzamento e sostegno da parte delle istituzioni. Tutti gli interventi sono stati di grande spessore e nel complesso il convegno ha fornito un quadro chiaro, una analisi netta delle criticità, ed adeguate proposte solutive. In particolare le Istituzioni civili non solo hanno raccolto appieno il messaggio ma si sono rese disponibili ad agire fattivamente e con concretezza. Il Consigliere Regionale On. Mario Abbruzzese, è intervenuto sottolineando l’importanza del progetto “Pimos”, quale unica e coraggiosa risposta che va incontro alle effettive esigenze dei cittadini, verso i quali sussiste la doverosa attenzione, ma ha letteralmente “sposato” la causa sociale assicurando sostegno, pianificazione e sinergia operativa. Di grande incoraggiamento anche l’intervento del Sindaco di Frosinone l’Avv. Nicola Ottaviani dichiarandosi onorato per aver accolto la partenza del progetto nella sua città, e l’impegno a coordinare attività di sostegno, stesso tenore anche per il Sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro che ha apportato un fattivo contributo al convegno. Particolare interesse per il numeroso e qualificato pubblico in sala è stata la parte tecnica, spiegata con l’ausilio di slide con interventi del Dott. Giacomo Capaldi Gagliardi che ha trattato la Mission, l’organizzazione e la programmazione di Pimos, poi il fondatore dott. Fordellone ha parlato degli indici di povertà in relazione alla variazione dell’offerta e richiesta di prestazioni sanitarie.

A seguire gli interventi del Prof. Rosario Polizzi, past President della facoltà di medicina e chirurgia dell’Università Aldo Moro di Napoli e vice segretario Nazionale Ugl Medici che ha illustrato tutte le potenzialità da mettere insieme con grande entusiasmo e determinazione. Poi della dr.ssa Santi in rappresentanza dell’Ugl Veneto, della dr.ssa Maria Gabriella Calenda (Responsabile dei Consultori pediatrici della Asl di Frosinone con “Pimos – risorsa da promuovere anche per l’ambito pediatrico, il dott. Gianfranco Sorgente con il tema “La prevenzione prima che la vura – lo stato di salute come risparmio economico, la dott.ssa Manuela Quarta segretario Ugl Medici Lecce con il tema “Salute bene prezioso”, e di grande interesse attuativo l’intervento del dott. Giampiero Delli Rocili di Nomos – qualità d’impresa sul tema: “Sanità 4.0 un nuovo approccio multidimensionale nei percorsi di cura”. Ma non sono mancate testimonianze di concretezza da Enzo Valente (Segretario Utl Frosione), del dott. Rocco Adduci (Segr. Regionale Ugl Lazio), dott. Marco Canegallo (Presidente Cao Frosinone), il dott. Mimmo Miele Presidente dell’Associazione Italiana Odontoiatri di Frosinone, il Dott. Roberto Farina Leading Dental Applications il quale unitamente a UfficiStampaNazionali ha presentato il Medical Marketing 3.0 quale risorsa integrata per l’accrescimento delle professionalità mediche  . Per questo ha assunto un certo rilievo anche l’aspetto della comunicazione innovativa che viene applicata nel progetto Pimos. Il giornalista Daniele Imperiale, responsabile della Comunicazione Ugl Medici ed esperto in forme innovative e Medical Marketing che ha moderato l’evento, ha avuto modo di sottolineare l’importanza delle risorse informatiche, social, media e web con lo scopo di produrre una informazione medica corretta sul web accrescendo il ruolo dei medici e raggiungendo quindi i pazienti con l’utilizzo di keywords ed altre forme di alta tecnologica informatica. Per questo specifico settore, infatti sono stati anche organizzati dei Corsi che partiranno da Frosinone e che si rivolgono a strutture mediche sanitarie e odontoiatriche, ai loro collaboratori per incrementare ed ottimizzare la visibilità e la professionalità sul web. Per informazioni su questo argomento si può contattare direttamente la segreteria della LDA di Frosinone al n. 0775- 870897 . Presente anche il dott. Gerardo Rosa Salsano (presidente del Cad Nazionale), Armando Valiani (Segr. Confederale Ugl) e molti altri autorevoli esponenti delle oo.ss., e delle istituzioni civili.

La segreteria del Convegno è stata magistralmente curata da Lucia Cavaliere. L’evento di Frosinone dunque costituisce una base di partenza per Pimos, quale vera ed unica risorsa in grado di assicurare ai pazienti la professionalità delle cure con un metodo innovativo, professionale e sociale. Al termine dei lavori, il dott. Fordellone ha ringraziato tutti per l’apporto concreto su questa importante tematica.

@deboradalessandro

You might also like