Strade Nuove, a Roma le buche diventano crateri. Il web si infuria: Raggi, venga a fare un giro tra le buche

Roma. L’operazione strade nuove della sindaca Raggi non sta dando i frutti sperati. Troppe le strade piene di buche a Roma. Molti gli automobilisti in panne tra le strade della Capitale che sui social esprimono tramite foto i disagi e i danni causate dalla buche divenute dei veri e propri crateri. Voragini, buche e crateri hanno invaso le strade, dal centro alle periferie. Alcune sono vie che si sbriciolano da anni, altre sono quelle che fanno parte del programma #StradeNuove che la sindaca Virginia Raggi aveva lanciato l’anno scorso, coniando anche l’hashtag subito diffuso tra tutto il ‘popolo’ del Movimento 5 Stelle, consiglieri compresi. Tra le strade più danneggiate si segnalano via Appia Nuova, via di Boccea, via della Magliana, via Palmiro Togliatti, via Casilina, via Anagnina e via Collatina.

 

 

 

 

 

Molte le segnalazioni dei residenti romani. Tra le tante, ha fatto il giro del web la dichiarazione di Enzo Negri, membro del Moto Club Roma e consigliere della Federazione Motociclisti Lazio, che lancia a Virginia Raggi, attraverso le pagine dell'”Adkronos”, un vero e proprio appello sull’emergenza buche nelle strade della Capitale. “Il problema delle buche a Roma è serio: cara sindaca è necessario mettere mano alla questione a tutti i costi, perché così non si può più andare avanti, è davvero troppo pericoloso. Venga a fare un giro con noi e tocchi con mano cosa significa andare su due ruote in questa città. I rattoppi sull’asfalto servono a poco. Un motociclista, specialmente se piove e le buche vengono coperte dall’acqua, mette in pericolo la vita in questa città. Si rischia di cadere e farsi veramente male. E, ovviamente, fare causa al Comune”. Secondo Negri, “abbassare i limiti di velocità non è affatto la soluzione al problema”. “Proprio questa mattina nonostante andassi piano, ho rischiato di cadere in una buca piena d’acqua”. Il problema fondamentale, sostiene, “è che le strade qui a Roma sono fatte male. Il massetto sotto non è abbastanza resistente, non è fatto a regola d’arte. Al contrario, invece, per esempio al nord, dove ho viaggiato spesso, le strade sono in buonissime condizioni malgrado sia da molto tempo che non le rifanno. Reggono benissimo anche al passaggio dei mezzi pesanti”. “Invitiamo la sindaca a venire a fare un giro con noi per le strade di Roma e toccare con mano cosa significa, per esempio, passare in moto a piazza Venezia o a via Quattro Novembre è impossibile, è un disastro…. non è ammissibile circolare con strade in queste condizioni”. @AntenucciGiulia