Vendeva online spray anti-aggressione e taser illegali, sequestrato deposito di Acquapendente a Roma

Roma. I carabinieri di Acquapendente hanno scoperto una società dedita alla vendita online di armi illegali come spray antiaggressione e taser. Denunciati il titolare e i collaboratori, sequestrato il deposito e oscurati due siti internet. Il titolare, una persona nota alle forze dell’ordine, lo scorso febbraio 2017 era già stato coinvolto in un’analoga attività svolta dalla Guardia di Finanza.

 

 

 

Tra gli spray antiaggressione alcuni contenevano una miscela superiore a quella stabilita dalla norma (20 ml) ed anche la percentuale di aggressivo chimico disciolto era superiore ai limiti previsti (10%), altre bombolette invece contenevano gas lacrimogeno (orto-clorobenzilden-melanonitride) che può essere usato esclusivamente dalle forze di Polizia e di cui in Italia è fatto divieto assoluto di vendita. Per quanto riguarda i taser, si tratta di strumenti con un forte potenziale offensivo, in dotazione alla Polizia americana, che proiettano due piccoli dardi collegati tramite dei fili al resto del dispositivo, il quale produce una scarica elettrica ad alta tensione determinando, attraverso la contrazione dei muscoli, l’immobilizzazione della vittima. In molti casi i taser hanno causato direttamente o contribuito a causare la morte per arresto cardiaco. @AntenucciGiulia