Evade dai domiciliari per svaligiare il C.U.P e aggredisce il cassiere, bloccato dopo la fuga 35enne

Roma. Denunciato insieme alla sua complice dalla Polizia di Stato. E’ riuscito a forzare la finestra ed è entrato all’interno degli uffici del C.U.P. dell’ospedale “Eastman” in viale Regina Elena. L’uomo, un italiano di 35 anni, accertato poi essere sottoposto alla misura degli arresti domiciliari nel pomeriggio di ieri, ha aggredito il cassiere afferrandolo al collo e si è fatto consegnare l’incasso pari a 3.100 euro. Poi, fuggito a piedi ha fatto perdere le proprie tracce.

Malgrado il malvivente, utilizzando il telefono di una complice, abbia tentato di sviare le indagini telefonando al 112 e riferendo che si stava recando al pronto soccorso per un forte dolore ai denti, i successivi accertamenti da parte degli investigatori hanno permesso però di incastrarlo.

Rintracciato poco dopo dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Università e Reparto Volanti,  è stato accompagnato negli uffici di polizia dove è stato denunciato per rapina aggravata. La donna invece è stata denunciata per favoreggiamento.