Nascondevano droga in un contatore e la spacciavano in un’area giochi per bimbi, arrestati 2 pusher

Roma. Da diversi mesi gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Primavalle hanno  lavorato per il contrasto al traffico di stupefacenti nel comprensorio dei lotti di via Federico Borromeo, nei pressi di un’area adibita a giochi per bambini.

Ad inizio mese, constatando la recrudescenza dell’attività di spaccio di cocaina e crack nell’area ludica, i poliziotti hanno messo in atto un servizio di osservazione riuscendo a sorprendere il pusher che, su indicazioni del “capo piazza” prelevava un etto di droga dalla nicchia di un contatore condominiale per poi metterla sul mercato al “minuto”. Fermato, il “dipendente” è stato identificato per G.W. 41enne romano, ed arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti mentre il “datore di lavoro” si era già allontanato. La droga sequestrata, avrebbe consentito di mettere sul mercato oltre 440 dosi ricavando oltre 8500 euro in meno di 5 ore.

Gli appostamenti sono continuati nei giorni seguenti fino a quando, nella giornata di ieri, gli investigatori, hanno sorpreso  il “cavallo” che nascondeva la droga sotto la tettoia di un comignolo su un tetto di un terrazzo. M.M.Z.A. 32enne straniero, fermato in  compagnia di una donna, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio mentre la donna denunciata in stato di libertà. Sequestrato un etto di stupefacente tra cocaina e crack; in tutto circa 500 dosi pronte per la vendita che avrebbero fatto ricavare circa 10.000 euro nella sola serata.