Inaugurato alla Romanina il primo Giardino della Giustizia, 27 querce dedicate ai magistrati uccisi

Roma. Inaugurato il primo Giardino della Giustizia della Capitale, nel quartiere Romanina. Presenti al taglio di nastro la sindaca Virginia Raggi, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, l’assessora Pinuccia Montanari (Sostenibilità Ambientale), il presidente della Commissione capitolina Ambiente Daniele Diaco e Monica Lozzi, presidente del VII Municipio.

Il giardino ha la forma di un piccolo bosco circolare percorso da un sentiero a spirale che conduce al centro, con 27 querce dedicate ai magistrati uccisi nell’esercizio del loro dovere.

“Roma non arretra davanti alla criminalità”, afferma la sindaca Virginia Raggi. “Quello che abbiamo inaugurato oggi è un parco intitolato a 27 magistrati uccisi dalla malavita con 27 querce piantate in loro memoria. L’abbiamo pensato nel quartiere della Romanina, una zona già citata dalle cronache per episodi di violenza e abusi. Insieme alle autorità giudiziarie non abbassiamo lo sguardo. E oggi vogliamo ribadire che è forte la presenza delle istituzioni in difesa della legalità”.