Roma. Parte oggi la seconda fase del piano di riorganizzazione del trasporto pubblico romano. Il nuovo intervento coinvolgerà in tutto quattordici linee: la maggior parte nell’area est della città – Tiburtina e Prenestina – con un’appendice in centro, zone che fanno riferimento alla rimessa Atac di Tor Sapienza. Quattro linee vedranno semplificati i propri itinerari: 120 Express festiva, 163, 412 e 443.
Si tratta delle misure richieste dal decreto Salva Roma e inserite nel bilancio di previsione 2014. I fondi a disposizione per trasporto di superficie, metropolitane e parcheggi di scambio sono passati dai 463 milioni del 2013 a 416.657.653 per l’anno in corso. E i tagli sono stati comunicati ad Atac e Roma tpl (che gestisce le linee in periferia), i primi di maggio, dall’assessore ai trasporti, Guido Improta. Si trattava di tagliare 2,8 milioni di km di trasporto e sopprimere 12 linee, per quanto riguarda Atac (che ha un buco pari a 1,6 miliardi). Mentre Roma Tpl dovrà fare a meno di 6,8 milioni di budget sul contratto di servizio, che significa anche qui diminuzione dei mezzi e 300 dipendenti in esubero. «Sarà una rimodulazione», ha assicurato l’Atac, ma ricadute negative sono in arrivo sugli utenti, già spesso vittime di attese snervanti alle fermate.
I cambiamenti riguarderanno le zone Tiburtina, Prenestina, e il Centro e le linee 120, 163, 412, 443 e 571 appartenenti alle rimesse Tor Sapienza e Portonaccio. Non solo: sarà modificato anche l’orario di servizio delle linee 20, 40, 105, 309, 310, 341, 412, 451 e H.atac roma
Una stretta fortissima, sul personale e sui trasporti. I tagli sono stati inseriti nel bilancio di previsione 2014. «Un passaggio ineludibile» aveva annunciato Improta. Alla fine, la rivoluzione riguarderà 12 depositi. Quello della Collatina ha fatto da apripista, con sei linee interessate dalla ristrutturazione, che fanno registrare comunque un tasso di regolarità superiore al 90%, fa sapere l’Agenzia per la mobilità.
La rivoluzione riguarda la linea 163 (piazzale Verano – stazione metro B Rebibbia): effettuerà d’ora in poi lo stesso percorso nei giorni feriali e festivi mentre le destinazioni della linea 163 festiva sono servite dalla linea espressa festiva 120. La linea 120 espressa festiva (piazzale Recanati – viale G.Washington) con 15 nuove fermate collega il tratto San Basilio-Rebibbia a piazzale Flaminio, alla metro B (fermate Rebibbia, Ponte Mammolo, Santa Maria del Soccorso, Tiburtina, Policlinico), alla metro A (fermate Spagna e Flaminio) e alle ferrovie regionali FL1-FL2 (stazione Tiburtina).
Novità per la linea 443: la tratta Verano-Rebibbia viene disattivata e il percorso diventa circolare con capolinea unico alla stazione metro B Rebibbia e percorso lungo la zona industriale di via Pesenti e via Bona. Definitivo il percorso della linea 412 feriale e festiva, che prevede il transito in via Prenestina, viale Partenope e via dei Gordiani. La linea 571: non è più attiva, al suo posto le linee 46barrato e 916 (tratta Pio XI-piazza Venezia), dalle linee 85, 87 e 810 (piazza Venezia-S. Giovanni) e dal tram 3 (Colosseo-piazza di Porta Maggiore).
Nuovi orari di servizio da oggi. La linea 20 effettua l’ultima corsa dalla stazione metro A Anagnina alle ore 0.20; la linea 40 effettua l’ultima partenza dalla stazione San Pietro alle 23.50; la 105 percorre l’ultima corsa da stazione Termini alle ore 0.30; la linea 309 l’ultima corsa da stazione metro B Santa Maria del Soccorso alle ore 0.15. La linea 310 effettua la prima partenza da piazza Vescovio alle 6.00; la 341 parte per l’ultima corsa dalla stazione metro B Ponte Mammolo alle 0.10; la linea 412 da entrambi i capolinea prima partenza alle 6.00; sulla linea 451 scatta la prima corsa dalla stazione Ponte Mammolo alle ore 5.00; la linea H effettua le prime corse dai capolinea di via dei Capasso e Termini alle 5.30 e 6.00.