Roma. Ricevuta la nota riguardante una lite violenta all’interno di uno stabile in via Shubert, a San Basilio, gli Agenti del Commissariato di zona si sono recati sul posto per verificare quanto stesse accadendo. Giunti a destinazione hanno contattato gli occupanti dell’appartamento che, entrambi con chiari graffi sul volto, hanno confermato di avere avuto una lite. Mentre cercavano di capirne le motivazioni, gli agenti si sono insospettiti quando L.A., 23enne di origine calabrese, con una certa insistenza ha cercato di entrare in una stanza dicendo marijuana-sequestro-droga-polizia-2di dover prendere i propri effetti personali. L’atteggiamento insofferente del ragazzo non è passato inosservato agli agenti che hanno deciso di verificare cosa ci fosse all’interno.
Accanto ai suoi vestiti, hanno subito notato della marijuana in foglie, arbusti e cime della stessa pianta, tutto adagiato a terra su alcuni teli in plastica per un peso di circa 11 kg. Durante la successiva perquisizione gli agenti hanno rinvenuto, sempre nella stessa stanza, anche 4 dosi di hashish. A casa del giovane, sono stati sequestrati alcuni frammenti di hashish ed un involucro termosaldato contenente cocaina. Al termine delle operazioni, L.A., risultato avere precedenti di Polizia, è stato arrestato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. E per il medesimo reato sono state arrestate altre due persone durante alcuni servizi straordinari effettuati ad Esquilino ed a Fidene dagli agenti dei rispettivi Commissariati, coadiuvati da alcune unità cinofile e dagli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Lazio. Gli agenti del Commissariato Esquilino, all’interno del Parco Colle Oppio, hanno sottoposto a controllo una delle persone presenti verso la quale il cane antidroga impiegato ha mostrato un particolare interesse. Alla richiesta degli agenti l’uomo, identificato per C.S., 25 anni del Gambia, ha negato il possesso di droga ma, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di un sacchetto contenente 11 involucri termosaldati di eroina, per un peso di circa 9 grammi. Anche in zona Fidene l’arresto di un romano, F.T. di 25 anni, è stato reso possibile grazie al prezioso ausilio del cane antidroga. Su sua indicazione, infatti, gli agenti sono entrati in un appartamento in via Giulio Pasquati, dove all’interno della cucina hanno rinvenuto tre involucri di carta stagnola contenenti hashish per un peso complessivo di circa 50 grammi. Inoltre, è stata sequestrata una busta contenente alcuni grammi di marijuana, una bilancia elettronica nonché materiale per il confezionamento delle dosi. L’ultimo a finire nella rete della Polizia è un romano, A.S. di 50 anni che in via Salaria, durante i controlli della Polizia, è risultato destinatario di un ordine di carcerazione. Dopo la notifica l’uomo è stato accompagnato in carcere, dove dovrà scontare una pena di 1 anno e 9 giorni di reclusione per un cumulo pene relative a condanne inflittegli per vari reati.