Poggio Cortese. Non si era sentito bene e per questo aveva detto ai figli che non sarebbe andato a lavorare. Nel pomeriggio la scoperta del suo corpo senza vita, riverso sul letto. E’ morto così D.Y., filippino di 45 anni, da diversi anni residente a Poggio Corese, frambulanza-del-118-durante-il-soccorsoazione di Scandriglia. Ieri mattina il malore, che lo aveva lasciato a casa dal lavoro. Più tardi i figli avevano provato a contattarlo, ma inutilmente. A quel punto avevano allertato i vicini di casa, ma anche i tentativi di questi ultimi di mettersi in contatto con l’uomo erano risultati del tutto vani. A quel punto è scattata l’allerta e la richiesta di intervento al 118 e ai vigili del fuoco, che giunti sul posto hanno sfondato la porta per poter entrare nella villetta a schiera. Lì la scoperta: l’uomo era riverso sul letto, privo di vita. Per lui non c’era più nulla da fare. Sul posto sono stati chiamati a intervenire anche i carabinieri di Castelnuovo di Farfa, che hanno eseguito i rilievi del caso. L’uomo era conosciuto come un gran lavoratore, perfettamente integrato nella comunità locale.