Sviluppo d'impresa, successo per il Convegno svolto alla Camera dei Deputati. Lamberto Mattei: "evento utile ed innovativo"

Roma - Il giorno 11 gennaio 2019 si è svolto a Roma presso la Camera dei Deputati, in una cornice prestigiosa, nella sala del Refettorio presso il Palazzo San Macuto in Via del Seminario nel cuore di Roma, il convegno organizzatodallo Studio Associato SARCC, promosso dall’On.le Dott. Mauro D’Attis, Componente V Commissione (Bilancio, Tesoro e Programmazione e dal Dott. Lamberto Mattei, commercialista esperto fiscale e del Contenzioso Tributario, responsabile altresì della Regione Lazio e Umbria del Popolo delle Partite IVA e FAG.RI.

Particolare ringraziamento, va dato alla segreteria dello Studio Associato SARCC, nella persona di John Rodenn Castillo.

Al convegno sono stati presentati diversi argomenti di attualità che stanno interessando i professionisti, gli imprenditori, ed in particolare da ricordare il Prof. Ing. Giuseppe Cherubini della società IAT; il Dott. Mirko Papetti, presidentedella Forma-Tec; l’avvocato Vincenzo Carbone, già magistrato tributario – commissione centrale; il Col. Dario Fasciano e Magg. Marcello Nardelli, già appartenenti alla Guardia della Finanza; il Pres. Lanfranco Stavolone e Vice presidente Ignazio Napolitano, della sezione ANFI Circolo Villa Spada della Guardia della Finanza; il Col. Aniello Speranza dei Carabinieri; il Dott. Sandro Scarfini, Segretario BAIA -Buona Azione Idea Acea; il Dott. Gilberto Di Benedetto, presidente e fondatore di Sdebitalia; il Dott. Salvatore Esposito, vice presidente ANTA, associazione Nazionale Tutela Ambiente Esperto di redazione Progetti Sostenibili Ambientali con Fondi Europei; la Dott.ssa Kanthie De Silva, presidente di S.L.I.B.C., Sri Lanka Italia Business Council; la Dott.ssa Emilia Ciorra, esperta progettazione e sviluppo; il Dott. Giovanni Maddaloni, responsabile regionale della FAG.RI agricoltura; la Dott.ssa Adele Allegrini, nota imprenditrice nella città di Fabriano; il Consigliere Regionale Dott. Aurigemma Antonello, il Dott. Antonio Fierro e Dott. Paolo Magli, Presidente e Segretario nazionale del Movimento Politico Libertas; il Dott. Andrea Volpe e Paolo Rendina, responsabile attività produttive in Roma Capitale Fratelli d’Itlalia; il Dott. Carmine Barone, noto professionista della Formia (LT) e responsabile della provincia del Popolo delle Partite IVA; il Dott. Marco Mariani, presidente dell’AMPI Nazionale; il Dott. Alessandro Timperi, presidente della Timpresa; il Dott. Tiziano Fiori, responsabile marketing al livello nazionale; il Dott. Mani Ndongbou Bertrand Honore', presidente della Comunità Camerunese; il Dott. Italo Muci, Dott.ssa Annamaria Bonnani e Dott.ssa Luisa Talarico, noti professionisti della capitale ; la sig.ra Carla Giorgetti, imprenditrice dell’Autocentro Pisana; il sig. Segna Fabrizio e Giustino Cristofori, Emilio Di Giacomo, Maurizio Pannutti, noti imprenditori commerciale e tecnici; la sig.ra Sofia Glincheva, Craft Master nella settore della dermopigmentazione e del trucco semipermanente al livello nazionale; il Dott. Nazzareno Di Stefano, fondatore e titolare della ARIES Capital Srls; la Dott.ssa Doriana Sannipola, nota Commercialista nella Regione Umbria; l’Ing. Michele Fiorlillo, professionista nel settore di Architettura ed Ingegneria; la Dott.ssa Flavia Vigilante, nota imprenditrice e professionista nella regione Lazio; le sigg.ri Silvia Costantino, Antonella Costantino, Maria Laura Costantino, titolari di un noto centro sportivo nella città di Roma.

Il convegno è stato moderato dalla Dott.ssa Federica Mattei, di cui sono stati trattati da professionisti del settore i seguenti argomenti:

  1. La fatturazione elettronica con gli adempimenti per le piccole e medie imprese, la relatrice è stata la Dott.ssa Silvia Pesaresi dello Studio SARCC;
  2. Il credito d’imposta per ricerca e sviluppo e cosa si intende per ricerca e condizioni per farne derivare un beneficio fiscale ed i relatori sono stati il Dott. Lorenzo Baldesi e Dott. Simone Morganti della Nitage Italia Srl ed il Dott. Lamberto Mattei;
  3. Altro argomento di attualità e di particolare rilevanza sociale è stata trattata la rottamazione Ter ed il relatore è stato il Dott. Michele Tozzi dello Studio SARCC;
  4. Inoltre, si è trattato anche l’argomento della rete di impresa, che sicuramente andrà a cambiare la visione degli imprenditori di potersi unire in una rete di impresa, e la relatrice è stata l’avv. Cristina Flati, nota professionistanello sviluppo e progettazione delle reti di impresa ed in particolare della Workinrete.net., nonché ha partecipato l’avvocato Michela Velardo, iscritta all’ordine degli avvocati in Bruxelles ed è specializzata in diritto dell’Unione Europea;

Altro argomento che è stato trattato è la politica attiva per il lavoro con gli incentivi all’occupazione e le modalità di accesso e benefici per l’azienda ed il lavoratore il cui il relatore è stato il Prof. Dott. Daniele Petrillo di Futura srl e le dott.sse Antonina Tricamo e Marta Monoscalco, entrambi dello Studio SARCC.

È stata trattata anche l’Autoimprenditorialità con la formazione e l’accesso al credito agevolato con il relatore dott. Marco Baffoni - Ente Nazionale Microcredito - Responsabile Territoriale Marche ed Umbria, hanno preso la parola altresì, Mikaela CavigliaFantozzi Bartolomeo e Nazzareno Di Stefano.

Importante è anche il progetto innovativo del Dott. Filippo Fordellone Presidente del Progetto Pimos il quale ha trattato il progetto italiano medico odontoiatrico sociale (PIMOS) che tende a favorire l’accesso alle cure mediche ed odontoiatriche a persone in particolari condizioni di fragilità sociale.

E per finire il convegno si è concluso con un argomento che è di estrema attualità per le persone fisiche e non per le società che riguarda la legge 3 del 2012 in tema di esdebitazione delle persone fisiche ed i relatori sono stati il Dott.Salvatore Taverna e l’avv. Walter Cillaroto del foro di Roma, hanno preso la parola altresì Gilberto di Benedetto, Gabriele Mazzi, Bruno Commini e Luca Garassino. In particolare, si è parlato altresì dell’moneta complementare.

L’evento è stato particolarmente interessante in quanto si è svolto con un articolato dibattito tra i presenti ed anche con gli interventi di autorità politiche ed istituzionali, in primis con l’apporto preminente dell’On. Dott. Mauro D’Attis,Componente V Commissione (Bilancio, Tesoro e Programmazione), il quale si farà portavoce al Governo di tutte le proposte in favore degli imprenditori, dei professionisti e dei cittadini.

Dal convegno è emerso che tutti i lavoratori autonomi, i titolari e non di aziende e di attività commerciali, e gli imprenditori hanno ancora la forza e la volontà di cambiare in meglio questo Paese e di far sentire la loro voce per combattere, a nome di tutti, le leggi inique e la burocrazia che portano solamente ad un disagio tutti i cittadini.

Dopo il dibattito, il convegno si è concluso con una promessa di un nuovo convegno ove parteciperanno anche le parti istituzionali che dovranno confrontarsi con gli operatori del settore, con gli imprenditori e con i cittadini.  (pubblicazione curata dall'Avv. Walter Cillaroto)

"E' stata una occasione di importante approfondimento - ha spiegato ai media nazionali il Dott. Lamberto Mattei - e siamo convinti che la strada giusta sia quella della sinergia e del continuo aggiornamento normativo al fine di fornire utili elementi di crescita alle aziende, imprese ed attività professionali di ogni tipologia. Oggi più che mai il nostro settore necessita di qualificazione e di interattività al fine di individuare le criticità e far correlare adeguate proposte di soluzione. Lo sviluppo di impresa - prosegue Mattei - è uno degli elementi caratterizzanti il nostro studio ed abbiamo dunque voluto allargare gli orizzonti con il confronto pubblico e qualificato. Con l'occasione - conclude - ringrazio tutti quanti a vario titolo e ruolo hanno contribuito alla ottimale riuscita di questo importante convegno". L'evento è stato recensito da testate giornalistiche nazionali e regionali. @d.i.

Ennesimo borseggio alla stazione, pizzicata 'Madame Furto' la bosniaca dai numerosi precedenti

Roma. Nota come "Madame furto" per i suoi numerosi precedenti, una 32enne bosniaca è finita di nuovo in manette per furto aggravato.

Questa volta è stata "pizzicata" da un carabiniere della stazione Roma Via Vittorio Veneto, libero dal servizio e in abiti civili, che l'ha notata entrare insieme a una complice all'interno dell'ascensore della banchina alla fermata metro Termini piena di turisti.

Sicuro di averla riconosciuta, il carabiniere si è affrettato al piano superiore e, raggiunta l'uscita, non ha dovuto far altro che attendere l'arrivo dell'ascensore per fermare le due borseggiatrici che avevano ancora in mano il portafogli, con dentro 1.300 yen, carte di credito e i documenti personali del turista giapponese di 61 anni appena derubato.

Imbrattano il vagone della metro, denunciati tre giovanissimi writer di 15, 17 e 18 anni

Roma. Denunciati dai carabinieri a Roma tre giovanissimi writer in azione nella metro B. I militari della stazione Eur hanno denunciato a piede libero 3 studenti romani di 15, 17 e 18 anni, per deturpamento e imbrattamento di cose altrui.

I militari, in seguito a una segnalazione giunta al numero di pronto intervento 112, sono intervenuti nei pressi della fermata della metro B Eur-Magliana dove hanno bloccato i ragazzi che poco prima, mentre viaggiavano nella metro in direzione Laurentina, avevano imbrattato con una bomboletta spray, di colore nero, la parte interna di un vagone, successivamente, giunti alla fermata, la vetrata della parte esterna della motrice del convoglio.

Rubano cani e con bisturi di fortuna cambiano microchip per rivenderli, scoperto e denunciato traffico illegale

Roma. Rubavano cani e con bisturi di fortuna cambiavano i loro microchip per rivenderli. Scoperto dai carabinieri un traffico illegale di carni e armi vicino Roma. I militari della compagnia di Civitavecchia hanno denunciato tre persone per traffico di cani rubati, ricettazione, maltrattamenti nonché detenzione abusiva di armi e di munizionamento.

Le indagini della stazione carabinieri di Cerveteri hanno ricostruito che i 3 commissionavano i furti di cani di razza, per lo più da caccia, e li rivendevano in tutta la provincia per un giro di affari di diverse decine di migliaia di euro.

Toglievano senza l'assistenza di veterinario i microchip identificativi, sottoponendo così cani a torture e sevizie di inaudita crudeltà. Quelli che non riuscivano a essere immessi nel mercato in nero venivano uccisi. Durante le perquisizioni eseguite in due terreni agricoli sono stati trovati 54 cani, di cui 15 cuccioli, detenuti in gabbie costruite con reti metalliche, in gravissime condizioni igieniche, molti malati e malnutriti.

Sequestrati farmaci per uso veterinario, bisturi, siringhe e un collare in grado di emanare scariche elettriche con comando a distanza. Trovate anche carcasse dei cani morti. Uno dei tre denunciati è stato anche arrestato, e si trova ora ai domiciliari, perché trovato in possesso di un fucile con matricola contraffatta e 100 cartucce dello stesso calibro.

I cani sono stati affidati al canile di Cineto Romano e, in attesa di essere restituiti ai proprietari, saranno ospitati da alcune associazioni.

Lascia sola in casa la figlia di sei anni per andare dall'amante, arrestato per abbandono di minori

Roma. Ha lasciato la figlia di sei anni sola in casa di notte, a Roma, per andare dall'amante. E' quanto hanno ricostruito i carabinieri di Montespaccato che hanno arrestato l'uomo, un peruviano di 28 anni, per abbandono di minori. Da quanto ricostruito dai militari il peruviano era in casa con la figlia, mentre la compagna era tornata per qualche giorno in Perù.

Il 28enne, mentre la piccola dormiva, ha deciso di uscire per andare da un'amica, ma la bimba, intorno alle 3.30, si è svegliata e, probabilmente, impaurita è scesa in strada dove una passante l'ha notata e ha chiamato i carabinieri.

Sul posto sono intervenuti i militari della stazione di Montespaccato: i militari hanno accertato che nella casa dove la piccola vive il padre non c'era e, dopo accertamenti, sono risaliti alla nonna paterna.

Verso le 5.30 il padre è stato rintracciato a casa della donna e arrestato per abbandono di minori. La bimba è stata affidata alla nonna paterna.

Si allontana da casa per vedere il fidanzato, 15enne scomparsa ritrovata alla stazione Termini

Roma. Si era allontanata senza dire nulla ai genitori. Nella mattinata di sabato scorso una ragazza di 15 anni di Torre del Greco, spinta dal desiderio di incontrare il proprio fidanzatino, decide di raggiungerlo a Roma, senza dire nulla ai propri genitori.

I quali, non appena accortisi di quanto accaduto, e preoccupati nel non avere più notizie della figlia, hanno subito contattato i Carabinieri di Torre del Greco, segnalandone l’allontanamento.

Immediatamente sono state diramate le ricerche che hanno interessato anche la Polfer di Roma Termini.

Qui le pattuglie hanno iniziato a monitorare i treni provenienti da Napoli sino a quando si sono imbattuti in una ragazza corrispondente alla descrizione data.

Una volta accertato che si trattava della giovane che si era da poco allontanata da casa, l’hanno accompagnata assieme al fidanzatino negli uffici presso il primo binario per poter chiamare i suoi genitori che, rasserenati, si sono subito messi in viaggio per poter riabbracciare la loro figlia.

Nasconde la droga in un tombino, gli agenti si fingono acquirenti e arrestano pusher romano

Roma. Lo hanno notato armeggiare in un tombino, così insospettiti dagli “strani” movimenti, gli agenti del Commissariato San Basilio, diretto da Agnese Cedrone, da diversi giorni impegnati in servizi di appostamento, hanno deciso di controllare l’uomo.

B.R. 64 enne romano, scambiati gli agenti in borghese per degli acquirenti, proponeva, per la scelta preferita, la “merce” a sua disposizione. Solo in un secondo momento avvistati i cani antidroga, posizionati poco distanti, ha iniziato ad urlare “levate levate”, così da far dileguare i suoi complici.

L’uomo è stato bloccato dai poliziotti e, sottoposto a controllo il tombino, sono state ritrovate circa 160 dosi di cocaina pronte per essere smerciate. Tratto in arresto dovrà rispondere di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Difesa della costa, avviato il tavolo tecnico: siglato protocollo d'intesa con i comuni di Latina e Sabaudia

Latina.  Pianificare, progettare ed eseguire un programma di interventi di sistemazione e protezione delle spiagge ricompresenel tratto costiero che si estende da “Canale Mascarello” a “Torre Paola”, anche attraverso l’impegno attivo dei concessionari aderenti attraverso accordi pluriennali riferiti alle aree costiere di rispettiva competenza. È l’obiettivo del Protocollo d’Intesa stipulato questa mattina dalla Regione Lazio e dai Comuni di Latina e Sabaudia. L’accordo, che avrà durata quinquennale, con possibilità di rinnovo, è stato sottoscritto anche dall’Ente Parco Nazionale del Circeo, dal Consorzio di Bonifica dell’Agro Pontino, dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Fogliano e dall’Arpa Lazio.

La firma del documento dà l’avvio al tavolo tecnico che avrà il compito di definire annualmente il programma operativo da realizzare attraverso la movimentazione della sabbia per attivare la capacità resiliente delle coste. Le parti, infatti, hanno concordato di progettare e compiere interventi attraverso l’utilizzo dei sedimenti che periodicamente insabbiano i corpi idrici di collegamento tra il mare e i laghi costieri e quelli accumulati in eccesso in prossimità delle foci dei canali e dei fiumi. Saranno i Comuni di Latina e Sabaudia a individuare i siti dove posizionare i sedimenti rimossi, da utilizzare successivamente per le operazioni di ripascimento dell’arenile che saranno effettuate indicativamente nei mesi di Marzo e Aprile, prima dell’inizio della stagione estiva. La Regione Lazio provvederà a caratterizzare, classificare e dragare i sedimenti rimossi dal fondo marino attorno al Porto di Anzio che, in caso di compatibilità, saranno destinati in via prioritaria lungo il litorale dei Comuni di Latina e Sabaudia.

“È necessario ripensare e riconsiderare in maniera radicale il problema dell’erosione della costa, divenuto ormai non più procrastinabile  - così Mauro Alessandri, assessore ai Lavori Pubblici, Tutela del Territorio e Mobilitàche ha aggiunto: attraverso questo Protocollo d’Intesa vogliamo attivare un monitoraggio costante del litorale interessato per definire, in tempo reale, gli interventi necessari, promuovendo un’attività diretta delle amministrazioni locali interessate e favorendo il contributo dei concessionari privati. Un modello di riferimento da estendere a tutti i territori costieri del Lazio, dove è necessario il ruolo programmatorio della Regione ma anche la condivisione della programmazione e degli interventi con gli enti locali e le associazioni balneari”.

Cercatore di funghi si perde nel bosco del viterbese, raggiunto e soccorso dai carabinieri

Viterbo. I carabinieri della stazione di Valentano hanno soccorso un anziano signore di circa 68 anni, originario di Montefiascone, che era andato a funghi in zona agreste limitrofa ad Olpeta e di cui si erano perse le tracce.

Le truppe dell'arma sono state allertate dai familiari e fatte convergere unitamente alla protezione civile ed alla polizia locale.

Il dispositivo, coordinato dalla centrale operativa della compagnia carabinieri di Tuscania, ha consentito alla pattuglia automontata della stazione di Valentano, verso le ere 18.30 di ieri e prima che tutto si complicasse a causa del buio, di raggiungere l' anziano e di soccorrerlo, trovandolo comunque in buone condizioni di salute.

Farmaci costosi rubati in ospedale pronti ad essere smerciati, fermato uomo per ricettazione

Roma. I farmaci di grande valore economico, erano stati rubati nella notte da un ospedale toscano.

Alle prime luci dell’alba gli uomini della Sottosezione Polizia Stradale di Roma Nord hanno proceduto al controllo di autovettura che viaggiava sull’autostrada del Sole in direzione Napoli a forte velocità.

Il conducente M.M. campano di 43 anni, noto alle forze dell’ordine, una volta fermato mostrava segni nervosismo, tanto da indurre gli agenti a procedere al controllo sia della persona che del veicolo.

Infatti nel vano portabagagli vi erano due sacchi di colore nero contenenti prodotti farmaceutici recanti la dicitura “prodotto ospedaliero” di cui il conducente non sapeva indicarne la provenienza.

Scattavano così gli accertamenti presso ospedali e case farmaceutiche e grazie al numero del lotto impresso sulle scatole dei farmaci gli agenti sono riusciti a scoprire che quei medicinali erano stati rubati dall’Ospedale di Figline Val d ‘Arno nella nottata.

M.M. veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione, mentre i farmaci su consiglio dei medici dell’ospedale, venivano conservati in frigorifero in attesa di essere restituiti.