Roma. Scena brutale quella consumatasi su un autobus di line ai danni di un diversamente abile. Un adolescente di origini indiane, con difficoltà motorie e linguistiche, è stato aggredito ieri da due trentenni di origine albanese mentre andava a scuola a bordo di un autobus. bus4Come ricostruito in seguito dalla Polizia di Stato, prima i due hanno spintonato il minorenne in fondo all’autobus, poi mentre uno di questi faceva da schermo con il proprio corpo, l’altro ha iniziato a colpire il ragazzo con schiaffi, pugni e con un giornale arrotolato e a insultarlo. I compagni di scuola del ragazzo aggredito, appena si sono resi conto di quello che stava accadendo, sono intervenuti in sua difesa ma i due hanno aggredito e picchiato anche uno di loro. A quel punto sono intervenuti gli agenti del commissariato Tor Carbone, diretto dal dottor Nicola Regna, in transito sulla stessa via, che sono saliti sul mezzo e hanno bloccato il 33enne Moni Eduart (33 anni) e Dauti Roland (32 anni) che nel frattempo, sceso dal mezzo, era scappato. Dopo aver raccolto tutte le deposizioni, i due albanesi sono stati arrestati. I due sono accusati di lesioni personali aggravate e di violenza privata e violazione della legge Mancino sull’odio razziale. Al termine dell’udienza di convalida i due sono stati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari.