Cassino. Un assistente di polizia penitenziaria è stato aggredito da un detenuto straniero nel carcere di Cassino. L’episodio, avvenuto sabato pomeriggio vecarcererso le 19, viene denunciato dal segretario generale aggiunto Cisl Fns Costantino Massimo. “Il detenuto ha scagliato uno sgabello al volto dell’assistente” fa sapere “L’assistente capo, di 50 anni, si trova ricoverato all’ospedale di Cassino. Attualmente vi sono a Cassino 225 detenuti reclusi di cui 124 italiani ed 104 stranieri”. Per la Fns Cisl Lazio “è preoccupante quanto accaduto a Cassino, i poliziotti penitenziari continuano ad essere picchiati e feriti nell’indifferenza delle varie autorità dell’amministrazione penitenziaria le quali hanno solo come scopo quello di parlare di calo di detenuti nelle carceri, legittimo, ma è auspicabile anche a prendere provvedimenti affinché tale aggressioni possano essere evitate e pensare anche al personale di polizia penitenziaria”.