Cassino. Agente di polizia penitenziaria si suicida all’interno del carcere Due Palazzi di Padova. L’uomo originario del cassinate si è tolto la vita tagliandosi le vene. A rendere nota la notizia è stato il sindacato di categoria Sappe. La vittiimages (1)ma, 40 anni, era agli arresti domiciliari in una stanza della caserma degli agenti del Due Palazzi, poichè coinvolto nell’inchiesta esplosa due settimane fa attorno ai traffici illeciti nel carcere padovano, probabilmente è proprio questa la causa del folle gesto.