Roma. Una donna si è accasciata a terra per un malore fuori la stazione di Ponte Mammolo. E’ il suo compagno a chiamare il 118, ma all’arrivo del personale medico ha iniziato ad inveire contro di loro, minacciando ritorsioni nel caso in cui le fosse successo qualcosa. Il suo stato di agitazione è man mano aumentato fino a quando ha iniziato a dare calci alla porta dell’ambulanza rompenpoliziado il vetro del portellone del mezzo, entrandovi all’interno e colpendo con un pugno l’autista. Il personale sanitario ha deciso di far intervenire la Polizia di Stato. Gli agenti, giunti sul posto, hanno cercato di calmare l’uomo, riuscendo ad instaurare con lui un dialogo e convincendolo, alla fine, a scendere dal mezzo. Accompagnato negli uffici del Commissariato San Basilio, S.R. 47enne romano, con vari precedenti di polizia, è stato arrestato per danneggiamento aggravato e denunciato per interruzione di pubblico servizio e lesioni personali. La donna è stata trasportata in ospedale dai sanitari, costretti a loro volta a ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso.