Roma. La polizia ha rintracciato e denunciato l’autore dell’aggressione del 7 febbraio nella “gay street” a San Giovanni, si tratta di un 22enne romano.Pride-party-19 Secondo la ricostruzione dei fatti, quel sabato sera un’auto ha imboccato contromano la strada, rischiando di investire un gruppo di ragazzi a piedi. Alle loro proteste, dall’auto sono arrivate frasi offensive e discriminatorie. Poi, fermata la vettura, un ragazzo, il 22enne ora denunciato, è sceso dalla vettura e ha iniziato a provocare e offendere la comitiva. Quando uno dei presenti, per calmare gli animi, si è avvicinato al giovane, è stato colpito con un pugno al volto che lo ha fato cadere in terra. Benché sanguinante il ferito è riuscito a rialzarsi ma il 22enne ha tentato nuovamente di aggredirlo e solo l’intervento di una ragazza che si è frapposta tra i due e ha chiesto aiuto, ha evitato ulteriori conseguenze. A quel punto l’aggressore è risalito in macchina e insieme agli altri si è allontanato. Le indagini effettuate dalla Polizia hanno poi permesso di identificarlo, anche grazie ad alcuni servizi di appostamento effettuati nelle adiacenze della sua abitazione. Condotto in ufficio dagli agenti del Commissariato Celio, diretto da Tiziana Lorenzo, il giovane ha alla fine ammesso di essere lui l’autore dell’aggressione ed è stato denunciato per rispondere di lesioni.