Roma. Una ‘Tombola con gli animali’, una strana Befana, ‘A tuXtu con gli155744316-7c3b2638-63f0-4f00-b55b-7de3e4d44541 animali’ e tante grandi sorprese. Questo il programma delle giornate di Natale e dopo al Bioparco di Roma che coinvolgeranno bambini e genitori, insomma le famiglie intere a godersi qualche ora anche a contatto con gli animali. “Per il 26, 27 e 28 dicembre – spiega Federico Coccìa, veterinario e presidente del Bioparco di Roma – sono giornate dedicate alla ‘Tombola degli animali’, si svolgerà presso la sala degli Elefanti, così chiamata perché in passato ha ospitato appunto elefanti, e animatori specializzati coinvolgeranno tutta la famiglia non solo i bambini. Da sottolineare che è una tombola particolare perché vincono tutti”. Un’altra attività sarà quella ‘A tu per tu con la natura’ che sarà a sua volta suddivisa in due momenti ‘Animali e pregiudizi’. “I bambini saranno messi in contatto diretto con gli animali – continua Coccìa – potranno quindi toccare, accarezzare pitoni reali, furetti, insetti stecco, rospi e le bellissime blatte soffianti. Tutti animali che possono fare paura ma il contatto diretto è un modo gorilladiverso per superare i pregiudizi nei confronti di questo genere di animali. Un’esperienza del genere i bambini la ricordano, la portano a casa e soprattutto la raccontano allontanando così pregiudizi e disagi”. Momento clou la carota a Sofia: “Si tratta di un’elefantessa asiatica di 43 anni ed è la mascotte del Bioparco – prosegue ancora Coccìa – e quando i bambini le danno le carote lei è felicissima e accarezza i bimbi con la proboscide”. Per il 6 gennaio, al Bioparco ci sarà una ‘strana Befana’: “Abbiamo chiamato una strana Befana, sarà ridicola, impacciata ed imbranata – racconta Coccìa – che farà ridere piccoli e grandi insieme a tutto lo staff di animazione del Bioparco”. “Tutto il nostro lavoro gira intorno ai bambini, sono il nostro fruitore ultimo – conclude il presidente del Bioparco – e tutti i nostri progetti hanno la finalità di far star bene i bambini e che abbiamo qualcosa di interessante ed educativo da assimilare e raccontare. Il beneficio che prova il bambini nello stare vicino agli animali, grandi o piccoli, brutti i belli, è importante e lo stesso beneficio lo prova l’animale che si sente bene ed appagato. E’ un dare e avere. Invito tutti a venire al Bioparco e a controllare orari e programmi sul sito, per trascorre festività natalizie completamente diverse dal solito”.