Roma. E’ allarme sicurezza per i mezzi dell’azienda capitolina di trasporto pubblico, ancora un bus dell’Atac in fiamme. L’incendio è scoppiato a Casal Bruciato, a fuoco un mezzo della linea 61 a piazza Balsamo Crivelli. Il bus ha preso fuoco, poco dopo le 18.20 di ieri, mentre si trovava al capolinea. Le fibus in fiamme vigili del fuocoamme hanno avvolto la parte posteriore del veicolo, come era accaduto in altre occasioni, generando un’alta nube di fumo che ha avvolto la zona circostante, costringendo i residenti a chiudere le finestre dei palazzi. In breve tempo l’intero mezzo è stato inghiottito dalle fiamme, completamente distrutto. Altri due incendi nelle ultime 48 ore sugli autobus di linea romani, il penultimo l’altro giorno a Monte Mario, ai quali si aggiungono i tre dei mesi scorsi. Lunedì era toccato a una vettura della 446, oggi è toccato a un mezzo della linea 61, a piazza Balsamo Crivelli, zona Casal Bruciato. Non ci sono stati feriti, spiega un autista, “ma qui prima o poi ci scappa il morto”.Un parco troppo vecchio quello di Atac, finita più volte al centro di scaldali e inchieste sulla cattiva manutenzione e sugli appalti per le forniture, tutt’ora in corso. I bus odierni, spiegano gli autisti, hanno una media di 10 anni di servizio, che per le strade di Roma sono un vero miracolo. Molti dei nuovi bus, inoltre, spiegano i dipendenti, sarebbero già stati cannibalizzati per ricavarne pezzi di ricambio.