Roma. Giornata di intensi controlli, quella di giovedì, da parte degli uomini del commissariato S. Paolo che con l’ausilio delle unità operative del Reparto Prevenzione Crimine hanno passato al setaccio le vie del quartiere. Oltre ai vari controlli su strada, che hanno consentito di identificare oltre 70 persone e 23 veicoli, con varie contravvenzioni elevate per violazioni al codice della strada, gli agenti sono stati impegnati anche per la verifica di alcune segnalazioni di cittadini che avevano indicato la presenza di numerosi stranieri in uno stabile di nuovissima costruzione. L’edificio in questione è stato oggetto di un accurato controllo, con l’ausilio qualificato di personale della Guardia di Finanza, della polizia locale di Roma Capitale e della ASL. Si tratta di uno edificio nuovo, composto da diverse unità abitative tutte abitate da cittadini stranieri che corrispondono per ciascun singolo alloggio la somma di 700 euro mensili, senza essere in possesso di alcun regolare contratto di affitto. Inoltre nel piano seminterrato, ancora in fase di ristrutturazione, sono state trovate a lavorare tre persone senza un regolare contratto. Parte dello stabile, quella seminterrata, è stata sequestrata dagli agenti di Roma Capitale; per quanto riguarda i presunti affitti in nero sono in corso accertamenti della Guardia di Finanza, mentre saranno gli uomini del Commissariato a elevare eventuali sanzioni amministrative a carico della società proprietimagesaria per le mancate dichiarazioni di presenza di persone all’interno dello stabile.