Roma. Le scuderie dell’istituto tecnico agrario giuseppe Garibaldi di via Ardeatina sono state distrutteimages (2) la scorsa notte da un incendio. Il rogo si è sviluppato verso le due di notte e le cause sono ancora da definire. Le fiamme all’interno dell’istituto hanno causato la morte di quattro cavalli, altri quattro sono rimasti feriti mentre cinque sono stati salvati dagli agenti delle volanti e dai pompieri. I soccorsi giunti sul posto hanno impiegato più di tre ore per spegnere il rogo alimentato dalle strutture in legno dei box dei cavalli e dalla paglia. Alla fine un poliziotto è stato soccorso in ospedale dove ha avuto una prognosi di 7 giorni per un’intossicazione da fumo.
Sono gli agenti del commissariato Tor Carbone ad indagare sull’incendio: con l’aiuto dei tecnici dei pompieri, stabiliranno se si sia trattato di un incendio doloso oppure no. Una notte di terrore e drammatica per i cavalli dell’istituto; quattro di loro non hanno avuto scampo: sono morti intrappolati nei box avvolti dal fuoco e dal fumo. Una corsa contro il tempo quella dei soccorritori che sono riusciti a salvare gli altri animali. Il maneggio è stato dichiarato inagibile.
L’istituto tecnico agrario ”Giuseppe Garibaldi” è un istituto di istruzione secondaria di secondo grado fondato 1872. La scuola rappresenta una vera e propria oasi naturalistica inserita nel tessuto urbano della via Ardeatina, poco lontano dalle Fosse Ardeatine. L’istituto è destinato alla formazione di periti agrari, tecnici esperti e competenti sull’ambiente naturale. C’è un precedente avvenuto nell’ippodromo di Capannelle il pomeriggio del 16 settembre del 2007: un incendio, probabilmente doloso, uccise otto cavalli da corsa.