Roma. Sgominata banda rom che metteva a segno furti in appartamento. I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato con l’ accusa di tentato furto aggravato in abitazione, in concorso, tre nomadi, e denunciato per lo stesso reato un quarto complice minorenne, tutti domiciliati al campo nomadi di Acilia. La banda  dopo essersi introdotta nel giardino di un’abitazione, dopo aver scavalcato la recinzione, ha tentato di forzare la serratura di una porta-finestra al fine di introdursi all’interno dell’appartamento per compiere un furto. I militari a seguito di una segnalazione giunta al pronto intervento 112, sono intervenuti immediatamente e hanno bloccato il gruppo mentre era ancora all’interno del giardino. I quattro sono stati tutti arrestati e condotti in caserma dove sono stati trattenuti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente in attesa del rito direttissimo, tranne il minorenne, che è stato accompagnato presso il centro di prima accoglienza di Roma Virginia Agnelli.carabinieri-nella-gazzella