Fabrica di Roma. Torna la paura a Fabrica di Roma per la presenza di Arsenico nell’acqua potabile. Tutto è contenuto in un dossier sui dearsenificatori che il sindaco di Fabrica di Roma si appresta a consegnare alla magistratura e anche alla procura nazionale antimafia. Intanto, Scarnati andrà in Procura per denunciare la Asl di Viterbo e il commissario straordinario Luigi Macchitella: “I risultati delle analisi svolte due settimane fa mi sono arrivati solo da un paio di giorni. I valori sono nella norma, ma io miacua rifiuto di revocare l’ordinanza di non potabilità dell’acqua, perché chi mi assicura che nel frattempo l’arsenico non sia tornato sopra la soglia, visto che i dearsenificatori funzionano a singhiozzi?”. “E’ arrivato il momento di fare chiarezza su un tema che non lo è per niente” attacca Scarnati “Delle due l’una: o l’arsenico è cancerogeno, e allora io ho la responsabilità di dichiarare potabile acqua che non lo è non me la prendo, oppure è stata tutta una bufala per vendere i dearsenificatori”.