Ariccia. Ieri mattina alle 7.40 un uomo si è ucciso lanciandosi dal ponte monumentale di Ariccia. Si tratta di M. G., 40 anni, scultore e maestro d’arte molto conosciuto tra i frequentatori dei corsi artistici di Roma. Crolla ponte pedonale a Roma,traffico in tilt sulla FlaminiaUn volo da circa 60 metri di altezza che non poteva lasciare scampo allo scultore, partito alle prime luci dell’alba dalla sua abitazione al Trionfale, in via Giordano Bruno, e arrivato ad Ariccia con la sua utilitaria, una Chevrolet Matiz. Un tuffo nel vuoto talmente repentino e improvviso che nemmeno le reti di protezione collocate sotto la balconata ne hanno frenato la ricorsa. Domenica lo scultore aveva postato sul proprio profilo Facebook una canzone di Francesco de Gregori, “Cose”, il cui testo, letto dopo la tragedia, rende drammaticamente l’idea dello stato d’animo e delle grandi sofferenze interiori patite dal 40enne, sposato e padre di un figlio