Roma. Stazioni della metropolitana invase dall’acqua, strade allagate, passeggeri che attendono la metro nelle gallerie sotterranee con gli ombrelli aperti, chicchi di grandine giganti. E’ la Roma sotto il nubifragio “di portata eccezionale” raccontata dai romani. Che scelgono i social, primo su tutti twitter, e tanta ironia per raccontare uno straordinario -ma neanche tanto- giorno di pioggia. E così accanto agli hashtag “ufficiali” come #allarmemeteo, #Romameteo, #maltempo fioriscono quelli più sarcastici, #MarinoSturaIlTombino, #SottoMarino e #aspettandoildiluvio. Negli scatti e nei 140 caratteri finiscono anche le strade deserte effetto dell’appello fatto dal Prefetto di “uscire solo se necessario” e anche della chiusura delle scuole: “ondata di maltempo a Roma e scuole chiuse. Traffico congestionato da trenini di studenti”, si legge in un tweet. Ma a farla da padrone più che l’ironia dei vari “rafting sulla Tiburtina” e “boe al posto dei semafori” sono i tanti allagamenti e disagi raccontati a volte con ironia. C’è chi posta una foto eloquentissima: utenti della metro A che alla fermata Repubblica in galleria aprono gli ombrelli per ripararsi dalle perdite del soffitto. Un altro pubblica la foto di una vera e propria piscina davanti alla Piramide Cestia “ieri restaurata, oggi allagata”. E ancora l’immagine di una fermata della Metro A della zona sud letteralmente allagata con commento-citazione da Battisti “come può un tornello arginare il mare”, e l’acqua piovana in effetti sfiora quasi l’altezza dei tornelli. O anche la foto di una barchetta di carta definita “la navetta sostitutiva dell’Atac”. Qualcuno sugli allagamenti ci ride su e ribattezza le stazioni della metro A in versione “navy”, con tanto di foto. Cosi’ Colli Albani diventa “Scogli Albani”, con foto di onde, e Subaugusta rimane tale ma ad accompagnare la scritta la statua dell’Imperatore Augusto con maschera da sub. Moltissime le foto del cielo nero su Roma attorno alle 15.30 all’arrivo del nubifragio. “Arriva arriva…” scrive un utente mostrando il cielo nero sopra la sua testa, “eccola” twitta un altro. E tante anche le foto di chicchi di grandine giganti.  “Siamo in mezzo alla tempesta” scrivono da Roma Nord durante la violenta grandinata. E anche qui c’e’ spazio per l’ironia: “chi esce e usa il gommone durante il nubifragio dovrà pagare le strisce blu”. E intanto anche oggi la pioggia caratterizza la mattinata capitolina, la stessa pioggia battente che ha caratterizzato la notte appena trascorsa a Roma, dove ieri si è abbattuto un nubifragio causando disagi e allagamenti in tutta la città. Il maltempo continua ad imperversare nella Capitale, dove oggi si torna verso la normalità. Riaperte anche le scuole, dopo la chiusura di ieri disposta dal prefetto, Giuseppe Pecoraro. Sono regolarmente aperte tutte le stazioni della metropolitana, comprese quelle di Lucio Sestio e Porta Furba della linea A che ieri erano state costrette a più riprese alla chiusura. Prosegue invece la chiusura dei sottopassi della stazione Tiburtina ed Euclide.

foto: Romafaschifo