Rieti. Assistenza medica per tutto il giorno all’interno del carcere di Rieti. Il servizio attivo dal primo agosto e fornito dalla Asl locale, rientra in un progetto più ampio di riordino della sanità penitenziaria che da oltre due anni viene portato avanti per rispondere alle domande di salute dei detenuti, nonostante i limiti imposti dal piano di rientro e le problematiche legate al turn over del personale sanitario. La Asl di Rieti ha infatti deliberato l’istituzione del Tavolo tecnico per il monitoraggio dell’applicazione della riforma della sanità penitenziaria, propedeutico all’approvazione della Carte dei Servizi per i detenuti, ed è in dirittura di arrivo la firma della convenzione tra l’Azienda sanitaria e la struttura detentiva. Altro obiettivo su cui la Asl sta lavorando è quello di ottimizzare il servizio di Radiologia e le prestazioni che già si effettuano in carcere (come lastre ed ecografie) mediante collegamenti diretti e la refertazione direttamente dall’ospedale, allo scopo di razionaliCarcere_Nuovo_Complesso_0652-655x437zzare le prestazioni ed evitare i trasferimenti di detenuti in ospedale.