Roma. Fermata la corsa di autobus abusivo con a bordo trenta persone. Il mezzo, mentre Roma Vigili assenti: caschi bianchi, non siamo fannulloni o ladrivive l’ennesima giornata infernale del pubblico trasporto, è stato fermato dalla Polizia Locale. Il mezzo svolgeva un vero e proprio servizio di linea non autorizzato da Via Marsala, e quindi dalla stazione Termini, al centro commerciale di Castel Romano. I responsabili avevano organizzato un vero e proprio business che consisteva nella vendita di biglietti prima dell’accesso a bordo a chiunque volesse raggiungere il centro commerciale per la cifra di 15 euro ciascuno. Oltre al fermo del veicolo è stata sospesa la carta di circolazione da 3 a 8 mesi e comminato un verbale di 422 euro, considerato che veniva utilizzato un servizio di linea di un veicolo per trasporto di persone non destinato a tale uso. Intanto la Codacons in una nota afferma “Proseguono i disagi nel settore del trasporto pubblico della capitale. Il servizio continua ad essere rallentato a causa delle illegittime proteste dei lavoratori, con ripercussioni pesanti per gli utenti sulle linee metropolitane. I disagi maggiori si registrano sulla Roma-Lido dove, oltre ai ritardi dei treni, i passeggeri sono costretti a viaggiare in condizioni ai limiti della tollerabilità e con temperature tropicali all’interno dei convogli”.