Roma. Sempre solo, con forte accento romano e una pistola. Sono questi i particolari, descritti dalle vittime e dai testimoni delle rapine, grazie ai quali gli agenti del Commissariato Tuscolano sono riusciti ad individuare il responsabile di 5 rapine effettuate negli ultimi 2 mesi in altrettanti esercizi commerciali. Un’indagine iniziata alla fine di marzo a seguito di un primo evento criminoso commesso ai danni di negozio di via Tuscolana; nella circostanza un uomo con marcato accento romano, armato di una pistola, aveva minacciato il titolare facendosi consegnare l’incasso. Stesso “modus operandi” ripetuto poi in altre 4 occasioni – 2 ad aprile e 2 a maggio – nelle quali l’uomo aveva peraltro a volte utilizzato gli stessi abiti. Gli investigatori – coordinati dal dr. Sannino – dopo aver acquisito le diverse denunce e le varie testimonianze dei testimoni, hanno concentrato le loro attenzioni sulle immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza dei vari esercizi commerciali.  Dalle caratteristiche fisiche e dalle movenze, i poliziotti hanno riconosciuto un possibile responsabile. Mostrando la foto segnaletica – presente negli archivi della Polizia – alle vittime delle rapine, si è avuta la certezza; si trattava di A.E., un 44enne romano, già noto alle Forze dell’Ordine. Individuato presso la sua abitazione, l’uomo è stato arrestato. poliziaAll’interno del suo appartamento, gli investigatori hanno trovato e sequestrato una pistola ad aria compressa – l’arma utilizzata per compiere le rapine – e gli abiti indossati dall’uomo nelle diverse circostanze.