Roma. Roma. È partito ieri mattina alle ore 9.15, al capolinea del tram 8 a Piazza Venezia, il progetto pilota di Roma Capitale denominato “Controllore per un giorno”. All’evento hanno partecipano il Sindaco di Roma, Ignazio Marino e l’Assessore alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità, Alessandra Cattoi oltre ai rappresentanti di Atac Spa, Roberto Grappelli (Presidente) Danilo Broggi (AD). Sono stai proprio i bambini e le bambine romane ad affiancare i verificatori Atac per tutta la giornata e rimproverando i viaggiatori  trasgressori nella Capitale e consegnando ad ognuno un biglietto ricordo di rimprovero per i senza biglietto. L’iniziativa rientra nell’ambito di un più vasto progetto di sensibilizzazione promosso da Roma Capitale che abbraccia diversi fronti dell’educazione civica per una città migliore, “a misura di bambini”: dalla sicurezza ed educazione stradale all’uso del trasporto pubblico locale per le famiglie, per passare all’etica sportiva fino ad arrivare alla cura dell’ambiente con la consegna di un patentino a bambini e bambine delle scuole romane per verificare quanto i loro genitori siano in grado di fare la raccolta differenziata dei rifiuti. Tante piccole iniziative diverse tra loro ma collegate concettualmente da un unico obiettivo: partire dal basso, dai più piccoli, con messaggi di positività da e verso le Scuole primarie per diffondere  una maggiore legalità, eticità nei comportamenti e rispetto delle regole sin dai primi momenti che caratterizzano i processi di socializzazione dei bambini. L’iniziativa di inaugurazione del progetto si concluderà domenica 25 maggio. La città, dal centro alle periferie, sarà impegnata in una serie di attività ludico-educative in cui i protagonisti saranno proprio loro, i  bambini: a partire dai musei civici, dove ogni adulto avrà ingresso gratuito, ma solo se accompagnato da un bambino, per passare all’Ospedale pediatrico del Bambino Gesù dove atterrerà un Planetario gonfiabile, e ancora, il Foro di Augusto si illuminerà alle 21 con uno spettacolo riservato esclusivamente ai più piccoli, mentre, via dei Fori Imperiali, si trasformerà in un impianto sportivo con l’allestimento di 100 campetti di minivolley. Degna di nota anche l’iniziativa presso le carceri di Roma, la Casa circondariale di Regina Coeli e la Casa di reclusione di Rebibbia, con spettacoli di animazione e giochi riservati ai figli dei genitori reclusi. Per maggiori informazioni sul progetto: www.comune.roma.it/PCR/resources/cms/documents/bambini_programma2014.pdf Elena Guerra

ROMACAPITALE_ATAC