Roma. Ancora un brutto episodio di cronaca nel quartiere di Tor Bella Monaca a Roma. Siamo in via Acquaroni: ieri sera un gruppo di ragazzi ha rapinato un bar gestito da un cittadino del Bangladesh di 38 anni. Il bottino non era certamente dei più proficui: soli 200 euro circa nella cassa del negozio. I giovani hanno picchiato il malcapitato a bastonate e poi sono fuggiti a piedi nelle strade del quartiere. carabinieri controlliIl proprietario del bar ha immediatamente allertato le forze dell’ordine chiamando il 112. I carabinieri sono arrivati poco dopo e hanno chiamato i soccorsi per il gestore, con ferite dichiarate guaribili in 10 giorni. Grazie alla descrizione di quest’ultimo dell’accaduto e dei volti dei rapinatori, non ci è voluto molto ai Carabinieri per capire che si trattava non certo di professionisti. Poco dopo infatti hanno trovato la baby gang, composta in parte da elementi già noti alle forze dell’ordine. A capeggiare la banda un romano di 19 anni e un colombiano di 18, i soli due maggiorenni del gruppo, i quali dopo il controllo in Caserma, sono stati accompagnati alle rispettive abitazioni dove sconteranno gli arresti domiciliari. Tra gli altri troviamo quattro diciassettenni, di cui tre romani e un ecuadoriano, un quattordicenne e un tredicenne. A parte quest’ultimo gli altri sono stati messi in stato d’arresto e accompagnati poi al Centro di Accoglienza per Minori, dove attenderanno di essere giudicati per rito direttissimo. Ai genitori è stato invece affidato il ragazzo di 13 anni, il più piccolo della banda, troppo giovane per subire un’imputazione.