Viterbo. Oltre 50 agenti del comando provinciale di Viterbo, in collaborazione con i militari dei comandi provinciali competenti territorialmente, 25 militari del Noe di Roma e 38 agenti della polizia stradale di Viterbo, sin dalle prime ore del mattino hanno battuto a tappeto le province di Viterbo, Roma, Terni e Latina nell’esecuzione di nove ordinanze di custodia cautelari agli arresti domiciliari emcarabinieriesse dal gip del Tribunale di Viterbo. Nel mirino nove persone ritenute responsabili a vario titolo ed in concorso tra loro di truffa, frode in pubblica fornitura, falso materiale, falso ideologico e abuso d’ufficio, nella gestione dei rifiuti nell’ambito della Provincia di Viterbo nonché nella raccolta e igiene urbana della città di Viterbo. In corso di esecuzione anche nove perquisizioni negli uffici amministrativi di enti pubblici a carico di funzionari addetti al settore rifiuti e presso le sedi legali ed operative delle società oggetto di indagine. In corso anche il sequestro condizionato di un impianto di trattamento meccanico biologico dei rifiuti.