Roma. Un forte boato è stato avvertito dalla popolazione nelle prime ore di questo pomeriggio. Si è trattato di un boom sonico causato dal superamento della barriera del suono avvertito nella Marsica, nel reatino e in Provincia di Roma e registrato dai sismografi. forte-boato-a-caltanissetta-generato-da-un-boom-sonico Su Facebook sono tanti i messaggi di paura per il boato che, per un attimo, ha ricordato quello del terremoto. Secondo quanto emerso si tratterebbe di due aerei che hanno superato la velocità del suono.
I due aerei si sono levati in volo a causa di un allarme nei cieli di Roma intorno alle 14. Su un aereo della compagnia libanese Mea proveniente da Ginevra e diretto a Beirut è stato annunciato il rischio attentato. E’ stata la torre di controllo della cittadina svizzera ad allertare il comandante del volo della presenza in stiva di una valigia non corrispondente a nessuno dei 160 passeggeri a bordo. Per questo motivo si sono levati in volo dall’aeropoprto di Pratica di Mare due caccia intercettori che hanno scortato il velivolo di linea fino allo scalo di Fiumicino. Il fuori programma, con la presenza dei due aerei da guerra nei cieli del litorale, è stato notato con una certa preoccupazione da migliaia di bagnanti sulle spiagge di Fregene e Ostia. Una volta atterrato, il velivolo della compagnia di bandiera libanese è stato parcheggiato in una piazzola remota, distante dai terminal. I passeggeri sono stati fatti scendere con ordine. Sono in corso le operazioni di controllo da parte dei reparti antiterrorismo della Polizia di Frontiera di Fiumicino.