Tivoli. Non aveva mai accettato la separazione dalla moglie avvenuta 3 anni fa. Mercoledì l’epilogo di una situazione familiare divenuta ormai insostenibile, con l’ennesimo intervento della Polizia cimageshe ha arrestato un 39enne di Tivoli. L’uomo, violento e spesso in uno stato psico-fisico alterato dall‘abuso di sostanze alcoliche, aveva nel tempo aggredito verbalmente – e in più di un’occasione anche fisicamente procurandole la frattura del setto nasale – l’ ex moglie. La coppia nel 2011 si era separata a causa dei comportamenti molesti e violenti tenuti dall’uomo nei suoi confronti, oltre che per la “mancanza” della figura di padre nei confronti dei 3 figli minori. Negli ultimi tempi l’atteggiamento violento dell’uomo aveva avuto una ulteriore escalation, tanto da costringere la donna a non rispondere più alle sue continue telefonate, e addirittura a chiudersi in casa ad ogni ora; la sua presenza sotto l’abitazione con urla e minacce rea ormai divenuta una costante. Nel tempo la vittima era anche stata assistita da un centro antiviolenza per un appropriato percorso terapeutico. Mercoledì  l’evento che ha portato all’arresto. Non accorgendosi di aver lasciato la porta di casa socchiusa, la donna si è ritrovata il suo ex marito dentro casa, il quale completamente ubriaco le ha urlato contro, minacciandola, percuotendola, spaventando peraltro i figli che si sono nascosti in bagno. Il provvidenziale intervento degli agenti del Commissariato di Tivoli ha bloccato il 39enne, il quale è stato accompagnato negli uffici di Polizia. L’uomo è stato arrestato per il reato di maltrattamenti aggravati in famiglia.