Roma. «L’escamotage« del mazzo di chiavi a terra ha colpito ancora. Vittima questa volta, un’anziana signora«raggirata« in via del Caravaggio, all’ Ardeatino. L’ormai consolidato «modus operandi« è stato però interrotto dagli  agenti del Commissariato di Tor Carbone con il conseguente arresto dei due autori. Una pattuglia della Squadra di Polizia Giudiziaria, durante il consueto controllo del territorio con l’auto-civetta, ha notato un colloquio sospetto tra due donne. Una dai tratti somatici sud-americani ed un anziana signora che aveva appena aperto lo sportello della sua autovettura regolarmente parcheggiata. Sotto gli occhi dei polizia operazione volante 2poliziotti in borghese, la donna straniera ha indicato alla signora un mazzo di chiavi a terra poco distanti dalla macchina, chiedendo se fossero le sue. L’anziana si è così allontanata di pochi passi per controllare lasciando lo sportello aperto; in un attimo un uomo si è avvicinato prendendo una borsa posizionata sul sedile. A «colpo« riuscito i due complici si sono allontanati in direzioni opposte, lei a piedi e lui a bordo di un auto. Gli agenti in pochi attimi li hanno raggiunti e entrambi bloccati ancor prima di aver avuto il tempo di aprire la borsa, poi restituita alla proprietaria. I due ladri, due 48enni cileni, sono stati
accompagnati negli uffici di Polizia. All’interno dell’auto dell’uomo è stata trovata un’altra borsa da donna e un telefono
cellulare, entrambi oggetti provento di furti recenti. Entrambi sono stati arrestati per il reato di furto con destrezza.