Roma. Tre operatori turistici sono stati arrestati dai  carabinieri della stazione Roma San Pietro in collaborazione con i carabinieri dell’ottavo reggimento Lazio. Si tratta di due cittadini egiziani e uno afgano, rispettivamente di 35, 31 e 25 anni, con l’accusa di rissa, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.carabinieri589 I tre già noti alle forze dell’ordine, lavorano come operatori turistici, per varie agenzie in zona San Pietro, proponendo ai turisti tour nella Capitale o biglietti salta fila per l’ingresso ai musei Vaticani. I carabinieri li hanno notati in Piazza Pio XII, mentre si colpivano con calci e pugni a seguito di una lite nata, verosimilmente, per contendersi dei clienti presenti in zona. I carabinieri sono subito intervenuti per sedare la rissa ma i tre hanno opposto resistenza tentando di aggredirli. Dopo l’arresto, i tre operatori turistici, su disposizione dell’autorità giudiziaria, sono stati accompagnati a casa, in attesa del rito direttissimo. Poco dopo, sempre nella zona di via della Conciliazione, un altro operatore turistico, un cittadino indiano di 28 anni, è stato denunciato per porto abusivo di armi, poiché trovato dagli stessi carabinieri in possesso di un coltello a serramanico che è stato sequestrato.