Roma. Retroscena raccapricciante al campo rom di via Salone. Un neonato di due mesi e un bambino di tre anni sono stati trovati dalla polizia municipale in un container del campo nomadi delle periferia di Roma, teatro nei giorni scorsi di aggressioni ai danni di un vigile rom_piano_nomadi_trasferimenti_tiburtina_campo_la_cesarinaurbano e di un pompiere. I bimbi erano avvolti in coperte sporche di polvere ed escrementi. Ad individuarli gli agenti del Gruppo Spe durante le indagini per individuare lo straniero ricercato per l’aggressione di domenica pomeriggio ad un vigile, colpito con un pugno al volto mentre effettuava un controllo di routine. A quanto reso noto dalla polizia municipale, i bambini si trovavano nel container del ricercato e potrebbero essere i suoi figli. I bimbi sono stati affidati ai servizi sociali, nonostante si sia presentata una donna dicendo di essere la madre.