Rieti. Il sindaco di Rieti, Simone Petrangeli, ha raggiunto telefonicamente i vertici del Nucleo Antisofisticazione e Sanità dell’Arma dei carabinieri di Perugia per sincerarsi in merito nas_porta_bianca_web (1)agli sviluppi dell’indagine, riguardante la commercializzazione di carni bovine infette. A darne notizia è il Comune di Rieti in una nota. “Il sindaco, avendo appreso dalla stampa del presunto coinvolgimento nella stessa vicenda anche di soggetti della provincia di Rieti, ha chiesto agli inquirenti di essere informato tempestivamente nel caso in cui sia necessario emettere specifiche ordinanze a tutela della salute pubblica – continua – Il Nas, pur mantenendo il riserbo dovuto sulle indagini in corso, ha tenuto a precisare che nel territorio reatino, e nello specifico nel capoluogo, non ci sono rischi per la salute pubblica e gli accertamenti compiuti sono marginali rispetto a quanto accertato altrove”.