Viterbo. Dopo la sentenza la Confconsumatori di Viterbo ha iniziato a preparare i ricorsi. Sono già una quindicina i ricorsi pronti per essere presentati per annullare le cartelle esattoriali firmate dai dirigenti dichiarati decaduti qualche giorno fa dalla Corte Costituzionale.“Abbiamo già ricevuto diversi cittadini nelle nostre sedi di Viterbo e Civita Castellana”, dice il responsabile provinciale, Antonio Nobili, ” utribunalena quindicina si sono detti disponibili a fare ricorso, ora aspetteremo qualche giorno per studiare ancora la materia poi presumibilmente presenteremo ricorso”. Con una recente sentenza la Consulta ha dichiarato decaduti circa 800 dirigenti dell’Agenzia delle Entrate che avevano ottenuto la qualifica senza concorso. Tutti gli atti firmati da quei dirigenti”, concludono dunque diverse associazioni dei consumatori, compresa la Confconsumatori, “sono da considerare nulli”.