Cellere. Il presidente della Provincia, Marcello Meroi , ha partecipato ad una triplice inaugurazione nel comune di Cellere. Taglio del nastro per la mostra “Trittico maremmano – toro, cinghiale e cavallo, tre simboli delle nostre terre”, esposizione suddivisa in tre tematiche: quella relativa all’animale toro ospitata a Montalto di Casto, quella relativa al Cavallo a Canino e quella che ha come protagonista il cinghiale ospitata nei locali del museo del Brigantaggio di Cellere. Le opere sono state create dall’artista toscano Carlo Rominti con l’impiego delle terre naturali. Ma nella mattinata c’è stata anche l’occasione per inaugurare il parco di piazza della Repubblica, rimesso a nuovo, e la nuova segnaletica turistica, realizzata con il sistema del Qr code. “Il nostro Paese – ha affermato il Marcello Meroipresidente Meroi – ha risorse artistiche e bellezze naturali meravigliose, che però non vengono utilizzate, sono poco coltivare e per nulla conservate. Un dato si fatto è l’immagine che diamo al mondo con il sito degli scavi di Pompei e lo stato disastroso in cui è mantenuto. Cosa fare? Mettersi insieme per utilizzare le scarse risorse a disposizione e puntare su un discorso virtuoso di collaborazione. Ciò è quello che d’altronde stanno facendo in questo caso i Comuni di Cellere, Montalto e Canino: quando le amministrazioni si uniscono per lasciare una traccia della propria storia fanno la scelta giusta; ciò dimostra intelligenza e buon senso di chi amministra. Grazie a tutti quelli che con passione operano, credendo che il destino del nostro Paese si fondi su un’asse portante costituita dagli oltre 8mila comuni italiani”.