Roma. Oltre venti vigili sono scesi in campo oggi per l’avvio ufficiale della nuova mini-Ztl (Zona a traffico limitato) del Tridente a Roma, che riguarda via del Corso, via del Babbuino e via Ripettafoto_2-kqeE-U43040393949421YHF-593x443@Corriere-Web-Roma, strade storiche del centro che partono da piazza del Popolo. L’area pedonale è attiva dal lunedì al venerdì. A ogni varco d’accesso ci sarà una pattuglia in presidio: i vigili saranno divisi in due turni, uno dalle 6 alle 14 e l’altro dalle 13 alle 20. In più ci saranno due o tre pattuglie che gireranno nell’area del Tridente per verificare eventuali irregolarità. Da oggi l’area Ztl A1 sarà off-limits per automobili e motocicli dei non residenti. Ai trasgressori sarà elevata una multa di 84 euro, a cui si dovranno aggiungere le spese per la notifica, ha reso noto il Campidoglio. E insorge il popolo dei 23mila scooteristi che secondo i dati dell’Agenzia per la mobilità ogni giorno entravano nel Tridente. Ieri oltre 300 persone hanno assediato pacificamente il centro storico. L’evento è stato organizzato da uno studente in economia residente a piazza di Spagna che ha attivato una pagina Facebook dedicata (“Tutti in centro con moto e motorini”) e indetto una petizione online “per fermare l’iniziativa del sindaco  –  dice l’organizzatore della protesta, Edoardo Vallebella, 20 anni – abbiamo già raggiunto le 3mila firme”. Al grido di “Marino fatti il motorino” ieri i centauri sono partiti da piazza Augusto Imperatore e hanno tentato di raggiungere il Campidoglio, dove sono stati bloccati dai vigili. Hanno però invaso via del Corso, via di Ripetta, via del Babuino e piazza di Spagna fino a raggiungere il Pantheon. Il motociclisti hanno sfilato sui sanpietrini del centro storico tra gli applausi dei commercianti, molti dei quali hanno preso parte al corteo. I motociclisti lamentano inoltre la mancanza dei parcheggi.