Roma. Un senza dimora muore arso vivo dalle fiamme. Il dramma si è consumato nel pomeriggio di lunedì poco dopo le 18 sotto un tratto del viadotto Gronchi, a Fidene. Le fiamme sono divampate in una tenda dove vivevano da tempo un uomo ed una donna di nazionalità polacca. L’azione del fuoco, dai primi accertamenti, è stata rapidissima a tal punto che non ha lasciato scampo all’uomo, sulla sessantina. La vittima non è stata ancora identificata a causa delle ustioni che hanno completamente avvolambulanza 118 intervento notteto il corpo dell’uomo. È stata la sua compagna, terrorizzata, a chiedere aiuto a un automobilista. La donna ha cercato di spegnere le fiamme con un secchio d’acqua ma non è riuscita a salvare la vittima. I primi ad accorrere sul posto sono stati gli infermieri di un’ambulanza del Nomentano con il medico a bordo. Davanti ai camici bianchi si è presentata una situazione agghiacciante. L’uomo era ancora vivo anche se completamente ustionato. I soccorritori hanno provato a rianimarlo sul posto per circa trenta minuti, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare.