Roma. Le prime cinque arcate del Colosseo “finalmente sono state restituite nel loro splendore originario”. Lo dice il soprintendente ai Beni Archeologici di Roma Mariarosaria Barbera. “Oggi è la prima volta dopo tanti anni di parole che possiamo vedere qualcosa che realmente è accaduto – dice Diego Della Valle, patron della Tod’s sponsor del restauro -. Il primo pezzo di monumento lo vediamo finalmente restaurato”.  “Gli alibi per chi vuole investire son>>>ANSA/DALL'OCA AL MIELE, TORNANO ALLA LUCE VERI COLORI COLOSSEOo finiti. Auguriamoci che nel breve tempo vengano rimessi a posto i gioielli dell’Italia che hanno una ricaduta così importante per il turismo e per lo sviluppo economico. Io chiamerò i miei amici imprenditori affinché decidano di diventare tutor di monumenti e mettano queste cose nei loro bilanci”. Lo ha detto  Della Valle, in occasione della presentazione della conclusione della prima fase dei lavori di restauro del Colosseo, sottolineando come il patrimonio storico e culturale del Paese ne costituisca il vero petrolio, con tutte le ricadute in termini turistici, e quindi sia la materia prima necessaria ad uscire dalla crisi. Quanto ai ricorsi e alle vicende che hanno bloccato l’inizio dei lavori, preferisce glissare: “Le cause dei ritardi e certi ‘sgambetti’ appartengono al passato. Diciamo che ognuno aveva proprie idee e speriamo che chi ha frenato possa tornare qui a vedere il lavoro svolto”.