Viterbo. Una condanna a 5 anni per gli aver abusato della figlia di soli 6 anni. E’ la pena che il collegio giudicante del tribunale ha inflitto al patrigno, che avrebbe compiuto gli abusi, e alla madre della piccola, accusata di essere sua complice. La sentenza è arrivata dopo una camera di consigliotribunale piuttosto lunga, a seguito della quale le difese dei due imputati hanno già annunciato ricorso non appena saranno note le motivazioni della sentenza. Anche la pubblica accusa aveva chiesto la condanna. A scoprire gli abusi tra le mure domestiche fu il comandante della stazione di Montefiascone. Attraverso una serie di informazioni confidenziali era venuto a sapere che una vicina di casa aveva segnalato degli strani rumori al piano di sopra. Rumori strani, che facevano pensare a degli abusi.