Roma. Un carabiniere della stazione di Casalbertone avverte odore di marijuana mentre accompagna il figlio a scuola. E’ accaduto all’istituto comprensivo di Villa Gordiani, in zona Prenestino-Labicano. Al militare, infatti, non è sfuggito l’odore tipico della marijuana che si poteva annusare nell’area intorno al plesso scolastico e così, dopo accurate indagini, ha fatto scattare le manette per un 46 enne, figlio del proprietario del giardino. marijuana carabinieriDopo aver fatto entrare il figlio in classe e prima di andare in caserma, qualche giorno fa il militare si è guardato bene attorno e ha avvistato, aldilà del muro di cinta di una villetta confinante con la scuola, gli inconfondibili ciuffi di cannabis indica. A quel punto, informati i colleghi della stazione, ha deciso di eseguire una serie di accertamenti sul conto del proprietario dell’abitazione e degli appostamenti per verificare chi fosse, effettivamente, ad accudire le piante. In breve tempo, i Carabinieri hanno scoperto che il “coltivatore” era proprio il figlio del proprietario della casa. Hanno aspettato che tornasse a casa e dopo averlo trovato con decine di dosi di marijuana in tasca, pronte per essere vendute, sono entrati nell’abitazione. Qui la conferma dell’ipotesi investigativa. Nel giardino, che è proprio sotto le finestre della scuola, dalle quali ogni giorni i ragazzi si affacciano, sono state trovate tre piante di cannabis indica alte più di 2 metri e mezzo e pronte per la “potatura”. Tutta la droga è stata sequestrata mentre il 46 enne è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari, dove rimarrà a disposizione dell’autorità giudiziaria. Dovrà rispondere di detenzione, produzione e spaccio di sostanze stupefacenti.