Guidonia. Avevano allestito una serra indoor con tanto di sistema di aerazione ed irrigazione nonché munita di un impianto di illuminazione artificiale. Un vivaio fatto a regola d’arte quello che i carabinieri della tenenza di Guidonia Montecelio e della stazione di Carpineto Romano hanno rinvenuto in un appartamento in località Marco Simone. Così due giovani trentenni, un canapa serraragazzo albanese ed una ragazza italiana, coltivavano 30 piante di canapa indiana cresciute rigogliosamente grazie anche a due aspiratori d’aria e a cinque lampade incandescenti per serre con accensione automatica per la simulazione del ciclo giorno/notte. Dalle piante sequestrate, alte ormai circa 50 cm, erano stati ricavati oltre 2 chilogrammi di foglie di marijuana, posti sotto sequestro insieme ad altri 2 chilogrammi già pronti per essere immessi sul mercato e a tutta l’attrezzatura.