carabinieri-gazzella-6-300x174Roma. I carabinieri della Stazione Roma Casalotti hanno arrestato un 29enne romano, gia’ noto per reati contro il patrimonio, il quale a causa di una frattura ad un piede, riportata in un incidente stradale, si era dedicato ad un’altra attivita’ illecita: lo spaccio di droga durante la degenza a cui era obbligato in casa. E’ stato il notevole via vai di alcuni tossicodipendenti dalla sua abitazione a indurre i carabinieri ad approfondire. Cosi’, i militari hanno effettuato una perquisizione domiciliare presso l’abitazione dell’uomo, in zona Selva Nera, dove hanno rinvenuto, in totale, 90 grammi di cocaina e 184 di hashish. L’uomo inizialmente ha consegnato una parte dello stupefacente pensando di interrompere l’attivita’ di ricerca ma i carabinieri non si sono fidati ed hanno proseguito la perquisizione che ha consentito di ritrovare il resto della droga, in parte gia’ suddivisa in dosi in involucri di cellophane, occultata all’interno di una borsa da donna nel bagno dell’abitazione, unitamente ad un foglio dove erano annotati dei nomi, probabilmente degli acquirenti con accanto la cifra che avevano pagato. Il 29enne e’ stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotto in caserma dove e’ stato trattenuto, a disposizione dell’autorita’ giudiziaria, in attesa del giudizio con rito direttissimo, previsto presso il Tribunale di Roma.