musicandoFrosinone. Divertimento, emozione, atmosfera; tante sono state le sensazioni che il pubblico ha provato durante i saggi della scuola di musica “Musicando”. “Saggi” al plurale in quanto nella gestione di Daniela Mizzoni quest’anno gli eventi sono stati suddivisi in più serate ed in diverse location, ognuna confacente al genere musicale ed agli organici strumentali.

“Ci siamo immersi nei ricordi con un musical dedicato agli anni ’80 dal titolo “Crazy Eighhty” venerdì 13 all’Auditorium Comunale “Colapietro” di Frosinone, nel quale bambini dai sette ai dodici anni hanno interpretato i maggiori successi internazionali di quegli anni, cantando, suonando e ballando in un’esplosione di colori e di bravura. Sabato 14 è stata la volta dei più piccoli, ospitati ancora dall’Auditorium Comunale di Frosinone” ha detto la professoressa Mizzoni. Musicando da anni si occupa della metodologia prescolare con particolare attenzione. Si tratta di un metodo didattico che ha come intento quello di trasmettere l’insegnamento della musica in modo giocoso, fiabesco, divertente, rendendo i bambini capaci di suonare uno strumento a tastiera già dall’età di tre anni. La preparazione e l’entusiasmo dei piccoli è stata percepita dal pubblico attraverso l’interpretazione di un musical sui nuovi film di animazione Disney, dal titolo “Piccole Pixar Note”, nel quale i musicisti in erba, talmente piccoli da non arrivare quasi al microfono, hanno sbalordito il pubblico cantando brani di difficoltà notevole per quella fascia d’età. Inoltre hanno eseguito brani strumentali con organici diversi, affrontando anche le complessità della musica d’insieme. A seguire altri musicisti di età mista hanno diversificato le esibizioni attraverso un fluire di generi che spaziavano dal classico al rock, dal pop al jazz, dal tradizionale al blues!

Sabato 21 invece ha fatto da cornice la Villa Comunale di Frosinone, ospitando i pianisti ed i violinisti classici, con due eventi diversi. Nel primo, dal filo conduttore “Natura e musica”, sono stati proposti dei brani classici di compositori importanti (Beethoven, Schubert, Schumann, Vivaldi, Tzchaikovsky, Haendel, Grieg), analizzati sotto il punto di vista del legame con la natura, tema che da sempre ha interessato la musica classica occidentale. A seguire, altri pianisti classici si sono alternati al pianoforte accostando il genere classico al genere pop, attraverso esibizioni solistiche e a quattro, sei, e persino ad otto mani.

Ma le esibizioni dei ragazzi hanno trovato spazio anche in ambito rock-pop, in un ambiente adatto a questo tipo di genere musicale. Si sono infatti svolte al live club “Satirycon” di Frosinone ben tre serate lunedì 23, martedì 24 e mercoledì 25, nelle quali gli allievi che affrontano il repertorio Pop, Rock, Blues, Jazz si sono identificati con l’impatto emozionale che un palco di un locale riesce a trasmettere, condividendo così quest’ultimo con i gruppi che hanno una carriera musicale avviata e che i ragazzi stessi vanno ad ascoltare.