Ostia. Intense le polemiche su traffico e battaglie anti-bancarelle. Il mese di luglio è volato e i romani si ritrovano a fare i resoconti della mezza estate già trascorsa tra le vacanze tanto agognate e i piccoli svaghi dopo il lavoro, che per molti non sono certo stati dei migliori. Quando il tempo lo concede infatti, c’è chi dopo una giornata intensa rinchiuso tra quattro mura, si reca sul lungomare laziale, in particolare presso quello di Ostia. Fino al 24 agosto, il lido di Roma sarà una grande isola pedonale notturna. Due chilometri riservati a passeggiate e biciclette, un’area senza smog per la movida formato famiglia, situata tra via Sangallo e l’area del Polo natatorio: niente macchine dalle 20.00 alle 3.00. «Il senso della manifestazione – ha spiegato il presidente del X Municipio, Andrea Tassone – è quello di provare a ripensare la nostra città, di restituire spazi alla socialiimages (5)zzazione e all’aggregazione dei giovani e delle famiglie. Per vivere la nostra città all’aria aperta, a piedi, sui rollerblade o in bicicletta, creare un modello ciclopedonale caro a tante altre cittadine che si affacciano sul mare». Non tutti però approvano questa manifestazione, chiamata “Ostia Mon Amour”, ricca di eventi, musica e spettacoli. Infatti molti sono i commercianti sul piede di guerra che avrebbero voluto bloccare l’iniziativa. «Solo disagi – assicura Confcommercio – senza alcun guadagno per i negozi». Nelle strade interne, poi, esplode la sosta selvaggia con i veicoli abbandonati davanti agli scivoli per disabili, parcheggiati sulle strisce pedonali e sui marciapiedi, lasciati nelle piazzole di fermata dei bus. Una grande iniziativa che purtroppo si scontra, come spesso accade, con il volere di parte della cittadinanza, che si troverà a stringere i denti ancora per un mese. Giulia Di Giovanni