Rieti. L’assessorato alle Politiche socio-sanitarie comunica che, tra le prestazioni previste per il contrasto alla povertà, è in fase di avvio la card elettronica che permetterà ai soggetti che si trovano in stato di bisogno di acquistare direttamente i beni di prima necessità presso gli esercizi convenzionati. “Questo nuovo servizio – dichiara l’assessore Stefania Mariantoni – cspesa-sospesa-01onsentirà all’Amministrazione comunale di conoscere esattamente dove, come e quando vengono spesi i contributi economici assegnati. Sarà possibile definire la durata del contributo e le modalità di erogazione e la Card sarà attiva subito dopo la comunicazione alla società che gestisce il servizio. Una volta riconosciuto il contributo non sarà più necessario attendere il completamento dell’iter burocratico che attualmente mette in difficoltà le famiglie che già si trovano in condizione di disagio. Il servizio è a costo zero per il Comune e consentirà di ottimizzare il carico di lavoro che grava sugli uffici”. Per tutelare la privacy non sarà rilasciata una card dedicata, e quindi riconoscibile, bensì il valore economico corrispondente al contribuito ricevuto sarà memorizzato sulla tessera sanitaria. Tutte le transazioni saranno monitorare in tempo reale. Sarà la società che gestisce il servizio, la Welfare Company, a stipulare le convenzioni con gli esercizi commerciali e a consegnare il POS dedicato per la registrazione delle operazioni. Nella fase iniziale saranno convenzionate almeno 8 tra farmacie e supermercati, successivamente la rete sarà allargata ad altri esercizi, per arrivare alle librerie, agli articoli per l’infanzia.