Roma. Proseguono senza sosta i controlli dei Carabinieri nell’area della stazione Termini per contrastare ogni forma di degrado. I militari hanno compiuto un altro arresto e denunciato 16 persone. I Carabinieri del Nucleo Scalo Termini, in servizio di Stazione Mobile in piazza dei Cinquecento, hanno arrestato un cittadino della Guinea di 35 anni, per furto. L’uomo, all’interno di un negozio dello scalo ferroviario, ha rubato alcuni capi d’abbigliamento, dopo aver rimosso le placche antitaccheggio. Il ladro è stazione terministato bloccato e arrestato dai militari mentre la merce, per un valore di 350 euro, è stata recuperata e riconsegnata alla responsabile del negozio. Gli stessi Carabinieri del Nucleo Scalo Termini, in servizio di Stazione Mobile in piazza dei Cinquecento hanno denunciato sei romene di età compresa tra i 18 e i 34 anni per aver impiegato i figli minorenni nell’attività di accattonaggio all’interno dello scalo ferroviario. Altri dieci rumeni, tre uomini e sette donne, di età compresa tra i 23 e i 39 anni, domiciliati a Latina, sono stati denunciati perchè inosservanti del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Roma. In particolare questi ultimi dieci sono stati notati mentre infastidivano i passeggeri intenti a fare i biglietti alle erogatrici automatiche, chiedendo loro insistentemente denaro.