Roma. Due uomini di 37 e 38 anni sono stati arrestati con l’accusa di sequestro a scopo di rapina e lesioni gravi. Tutto è iniziato domenica sera quando una coppia arriva a Roma, alla stazione Termini. Si tratta di una donna italiana di 38 anni e il suo compagno romeno che non sapendo dove alloggiare accettano l’ospitalità di due romeni conosciuti polizia-ambulanza1poco prima.Vanno tutti e quattro in via Tuscolana, vicino a piazza Cinecittà. E qui i due fidanzati vengono minacciati di morte, picchiati selvaggiamente, rapinati di tutti i soldi e obbligati a rivelare il codice segreto del bancomat. Ad avere la peggio la donna italiana di 38 anni picchiata violentemente e lasciata in una pozza di sangue con diverse fratture alle gambe e alle braccia. Le violenze si sono consumate nel primo pomeriggio di ieri in uno stabile abbandonato al Quadraro. Poi la chiamata al 113 e l’intervento del 118. Adesso la donna è ricoverata al policlinico Tor Vergata con una frattura ad una gamba e altri segni lasciati dalle botte sul corpo. Uno dei due aguzzini è stato arrestato in flagranza di reato ieri pomeriggio proprio nello stabile abbandonato della Tuscolana in cui aveva portato la coppia. La polizia è potuta arrivare sul posto grazie al compagno della donna, che era riuscito a liberarsi e ha chiamato il 113 con il cellulare. L’altro uomo è ricercato.