Sutri. Vengono fermati dai carabinieri dopo un furto al supermercato e arrestati per le pene che avevano ancora da scontare. Sono finiti in carcere i due romeni di 22 e 30 anni fermati dai carabinieri della Compagnia di Ronciglione. I due pluripregiudicati avevano a loro carico un provvedimento di cattura dovendo espiare complessivamente la pena di 3 anni e 6 mesi di reclusione per reati di rapina, furto e ricettazione commessi tra il 2007 e il 2010. I due sono stati rintracciati da una pattuglia dei carabinieri di Sutri in una via del centro del paese a bordo di un veicolo di grossa cilindrata con targa bulgara, insieme ad altre due donne, con precedenti per intervento-gazzella-carabinierifurto e ricettazione, stessa etnia ed un bambino di un anno, tutti in Italia senza fissa dimora. Tutti sono stati denunciati in stato di libertà per reati di tentato furto, porto e detenzione di armi od oggetti atti ad offendere e ricettazione in quanto avevano tentato il furto di generi alimentari, per un valore di circa 100 euro, in un supermercato. La perquisizione della loro auto ha consentito di rinvenire altra merce per valore complessivo di circa 100 euro, di presunta provenienza illecita nonché una mazza da baseball in metallo lunga 85 cm. La donna è stata rinchiusa nella casa circondariale di Civitavecchia l’uomo a quella di Viterbo, mentre una minore è stata segnalata alla Procura della Repubblica presso il tribunale per i Minorenni di Roma ed affidata alla zia materna.